Appalti di servizi - Corte dei conti-del. N. 4/2005/p-sezione centrale controllo di legittimità- ong- cooperazione allo sviluppo- attivita’ economica di impresa-applicabilita’ norme in materia di concorrenza –irrilevanza della finalita’ non lucrativa –il

Appalti di servizi – Corte dei conti-del. N. 4/2005/p-sezione centrale controllo di legittimità- ong- cooperazione allo sviluppo- attivita’ economica di impresa-applicabilita’ norme in materia di concorrenza –irrilevanza della finalita’ non lucrativa –il

di Francaviglia Rosa

Versione PDF del documento

La delibera in allegato – adottata in sede di controllo preventivo di legittimit? – ? un esempio? di notevole interesse in materia di contrattualistica pubblica con riferimento alle organizzazioni non aventi finalit? lucrative ed agli appalti di servizi e risulta oltremodo utile ai fini della redazione della prova pratica del concorso in magistratura contabile.?? ??

Le Organizzazioni non governative (ONG) quali organismi che svolgono una attivit? economica di impresa sono destinatarie delle norme in materia di concorrenza di cui al decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 157, recante norme di attuazione delle direttive comunitarie nel settore degli appalti di servizi e ci? ?a prescindere dalla assenza di finalit? lucrative. La circostanza che? detti organismi abbiano una peculiare connotazione ai fini della realizzazione di progetti nella materia della cooperazione allo sviluppo non? legittima l?affidamento fiduciario all?interno delle ONG al quale l?Amministrazione abbia fatto ricorso.

?

L?avviso di selezione relativo alla convocazione va pubblicato? oltre che sul bollettino interno del Ministero (DIPCO) anche sulla gazzetta della Comunit? europea (GUCE).

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

Ricevi tutte le novità di Diritto della settimana 
in una pratica email  direttamente nella tua casella di posta elettronica!

Non abbandonare Diritto.it
senza iscriverti alla newsletter!