Anche in una lite fra broker, bisogna ricorrere all'aggiudicazione definitiva (TAR Sent. N. 02943/2011)

Anche in una lite fra broker, bisogna ricorrere all’aggiudicazione definitiva (TAR Sent. N. 02943/2011)

di Lazzini Sonia

Qui la sentenza: Anche in una lite fra broker, bisogna ricorrere all'aggiudicazione definitiva (TAR Sent. N. 02943/2011)

Versione PDF del documento

Incarico di brokeraggio assicurativo:bisogna ricorrere anche all’aggiudicazione definitiva

la mancata impugnazione dell’aggiudicazione definitiva rende il ricorso improcedibile.

Ed in questo specifico senso rileva l’indirizzo del Giudice d’appello, secondo il quale l’omessa impugnazione dell’aggiudicazione definitiva rende improcedibile, per sopravvenuto difetto d’interesse, il ricorso già proposto avverso l’esclusione (o l’aggiudicazione provvisoria), non potendo l’impresa ricorrente trarre alcun concreto vantaggio dall’ipotetico annullamento dell’esclusione, o dell’aggiudicazione provvisoria (Cons.giust.amm. Sicilia, sez. giurisd., 5 gennaio 2011, n. 16).

 

Come esposto in premesse, la controinteressata ha comprovato che nelle more del giudizio è intervenuta l’aggiudicazione definitiva, e parte ricorrente nulla ha controdedotto sul punto

Ebbene, per costante orientamento giurisprudenziale, l’aggiudicazione provvisoria di un appalto o di un servizio pubblico ha natura di atto endoprocedimentale, inidoneo a produrre la definitiva lesione dell’interesse della ditta che non è risultata vincitrice, lesione, appunto, che si verifica soltanto con l’aggiudicazione definitiva. Secondo tale indirizzo, l’impresa non aggiudicataria ha la facoltà di impugnare l ‘aggiudicazione provvisoria, mentre l’aggiudicazione definitiva non è atto meramente confermativo o esecutivo, ma provvedimento che, anche quando recepisce integralmente i risultati dell’aggiudicazione provvisoria, comporta, comunque, una nuova ed autonoma valutazione rispetto alla stessa, sicché la stessa non aggiudicarari a ha l’onere di impugnarla a pena di decadenza (in termini Consiglio Stato , sez. V, 23 novembre 2010 , n. 8153).

Secondo un indirizzo più restrittivo si ritiene addirittura inammissibile ex sé il ricorso proposto contro l’aggiudicazione provvisoria, trattandosi di atto endoprocedimentale, inidoneo come tale a produrre la definitiva lesione dell’interesse dei ricorrenti non risultati vincitori, che è in grado di verificarsi del solo a seguito dell’aggiudicazione definitiva (T.A.R. Sicilia Catania, sez. III, 05 agosto 2008 , n. 1496).

Riportiamo qui di seguito il testo della sentenza numero del 7 dicembre 2011 pronunciata dal Tar Sicilia, Catania.

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

Ricevi tutte le novità di Diritto della settimana 
in una pratica email  direttamente nella tua casella di posta elettronica!

Non abbandonare Diritto.it
senza iscriverti alla newsletter!