Banda Larga e digital divide Gara WiMax, Altroconsumo interviene al Tar Lazio

Banda Larga e digital divide Gara WiMax, Altroconsumo interviene al Tar Lazio

Comunicato stampa

Versione PDF del documento

La nota associazione per la tutela dei consumatori Altroconsumo, assistita dagli avvocati Carmelo Giurdanella e Guido Scorza, è intervenuta oggi davanti al TAR Lazio nel procedimento promosso dalla società MGM Productions contro la delibera dell’Autorità per le Garanzie nelle Telecomunicazioni (AGCOM) sull’assegnazione delle frequenze Wimax.

Nell’intervento si sottolinea, tra l’altro, come la delibera dell’AGCOM non promuova in modo effettivo la concorrenza nel settore delle telecomunicazioni sotto un triplice profilo:

– si consente agli operatori già detentori di licenze UMTS di partecipare alla gara per l’assegnazione dei nuovi diritti d’uso per il Wimax; infatti, solo uno dei tre diritti d’uso posti a gara viene riservato ad operatori che non detengano già diritti d’uso relativi alla rete UMTS con la conseguenza di consentire un rafforzamento dell’oligopolio di TIM, Vodafone, Wind e H3G nel settore della telefonia mobile;

– non si impedisce all’incumbent, Telecom Italia, di partecipare alla gara di assegnazione dei diritti d’uso delle nuove frequenze, consentendo all’ex monopolista di rafforzare la propria posizione dominante;

– si adotta il sistema della gara con aggiudicazione alla migliore offerta economica, senza valutare in alcun modo i migliori piani di investimento e di sviluppo (come invece avviene nella maggior parte degli altri paesi europei), sistema -quest’ultimo- che consentirebbe di ridurre i costi finali per gli utenti-consumatori.

(Roma, 13 novembre 2007)

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it