Avvisi e bandi di gara: l’Autorità garante adotta un atto di segnalazione sulle modalità di pubblicazione sui quotidiani

di Redazione

Biancamaria Consales

Adottato dall’Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavoro, servizi e forniture, un atto di segnalazione n. 1/2013, avente ad oggetto la disciplina delle modalità di pubblicazione di avvisi e bandi di gara con il quale auspica un intervento normativo volto a coordinare le diverse disposizioni intervenute. In materia, infatti, si sono succeduti diversi interventi normativi che hanno posto in dubbio la perdurante sussistenza dell’obbligo di pubblicazione di avvisi e bandi per estratto sui quotidiani, così come previsto dall’art. 66, comma 7 del Codice dei contratti.

La segnalazione si è resa necessaria in considerazione del fatto che l’applicazione delle norme sulla pubblicità di avvisi e bandi per l’affidamento dei contratti pubblici è materia che reca con sé importanti implicazioni sulla regolarità delle procedure di gara.

Infatti, la frammentarietà e la mancanza di chiarezza dell’attuale quadro normativo, esposto in dettaglio nell’atto di segnalazione, possono essere all’origine di un ingente contenzioso amministrativo, soprattutto in considerazione dell’obbligo di rimborso delle spese di pubblicazione introdotto ex lege a carico dell’aggiudicatario.

L’Autorità garante ritiene, dunque, auspicabile un intervento normativo che coordini le diverse disposizioni intervenute, in linea con le misure di modernizzazione, semplificazione e digitalizzazione dell’attività amministrativa, introdotte con i recenti interventi normativi, in tema di spending review e di sviluppo.

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

Ricevi tutte le novità di Diritto.it attraverso le nostre newsletter. 

Non abbandonare Diritto.it
senza iscriverti alle newsletter!