Ricerca

Codice Civile 16/3/1942 n. 262 (G.U. 4/4/1942 n. 79)

Approvazione del testo del codice civile

Articolo 2054
Circolazione di veicoli

LIBRO IV - DELLE OBBLIGAZIONI
TITOLO IX - Dei fatti illeciti

Circolazione di veicoli (1)

1. Il conducente di un veicolo senza guida di rotaie è obbligato a risarcire il danno (2056) prodotto a persone o a cose dalla circolazione del veicolo, se non prova di aver fatto tutto il possibile per evitare il danno (2947). (2)
2. Nel caso di scontro tra veicoli si presume, fino a prova contraria, che ciascuno dei conducenti abbia concorso ugualmente a produrre il danno subito dai singoli veicoli (2055). (3)
3. Il proprietario del veicolo, o, in sua vece, l'usufruttuario (978) o l'acquirente con patto di riservato dominio, è responsabile in solido (1292) col conducente, se non prova che la circolazione del veicolo è avvenuta contro la sua volontà. (4)
4. In ogni caso le persone indicate dai commi precedenti sono responsabili dei danni (2053) derivati da vizi di costruzione o da difetto di manutenzione del veicolo.

------------
(1) Cfr. D.Lgs. 7 settembre 2005, n. 209 «Codice delle assicurazioni private».
(2) Per l'assicurazione obbligatoria dei veicoli a motore e dei natanti, v. L. 24 dicembre 1969, n. 990, D.P.R. 24 novembre 1970, n. 973, e D.P.R. 16 gennaio 1981, n. 45; per la responsabilità del locatario in caso di leasing, vedi gliartt. 140-193, D.Lgs. 30 aprile 1992, n. 285.
(3) La Corte Cost. – sent. 29/12/1972, n. 205 – ha dichiarato l'illegittimità costituzionale di questo comma «limitatamente alla parte in cui, nel caso di scontro tra veicoli, esclude che la presunzione di egual concorso dei conducenti operi anche se uno dei veicoli non abbia riportato danni».
(4) L'art. 91, comma 2, D.Lgs. 30 aprile 1992 n. 285, Nuovo codice della strada, così recita: «Ai fini del risarcimento dei danni prodotti a persone o cose dalla circolazione dei veicoli, il locatario è responsabile in solido con il conducente ai sensi dell'art. 2054, comma terzo, del codice civile».