Ricerca

Codice Civile 16/3/1942 n. 262 (G.U. 4/4/1942 n. 79)

Approvazione del testo del codice civile

Articolo 1256
Impossibilità definitiva e impossibilità temporanea

LIBRO IV - DELLE OBBLIGAZIONI
TITOLO I - Delle obbligazioni in generale
Capo IV - Dei modi di estinzione delle obbligazioni diversi dall'adempimento
Sezione V - Dell'impossibilità sopravvenuta per causa non imputabile al debitore

Impossibilità definitiva e impossibilità temporanea

1. L'obbligazione si estingue quando, per una causa non imputabile al debitore, la prestazione diventa impossibile (1221, 1257 ss., 1288, 1463 ss.).
2. Se l'impossibilità è solo temporanea, il debitore, finché essa perdura, non è responsabile del ritardo nell'adempimento. Tuttavia l'obbligazione si estingue se l'impossibilità perdura fino a quando, in relazione al titolo dell'obbligazione (1173) o alla natura dell'oggetto, il debitore non può più essere ritenuto obbligato a eseguire la prestazione ovvero il creditore non ha più interesse a conseguirla (1288 ss.).