Retribuzione e principio di omnicomprensività (Cass. n. 18207/2012)