Una donna, si vede recapitare prima un "verbale di contestazione di violazioni al Codice della Strada" e poi una conseguente cartella esattoriale per quasi 250 euro. La violazione contestata è un ‘divieto di sosta’ contestato a un ciclomotore, di cui la donna asserisce non essere "mai stata proprietaria, né possessore, né conducente" del veicolo. Ma l'obiezione si rivela tardiva... (Corte di Cassazione Civile, 17/4/2015, n. 7829) - Diritto.it

Una donna, si vede recapitare prima un “verbale di contestazione di violazioni al Codice della Strada” e poi una conseguente cartella esattoriale per quasi 250 euro. La violazione contestata è un ‘divieto di sosta’ contestato a un ciclomotore, di cui la donna asserisce non essere “mai stata proprietaria, né possessore, né conducente” del veicolo. Ma l’obiezione si rivela tardiva… (Corte di Cassazione Civile, 17/4/2015, n. 7829)

di Redazione

Per leggere l'intero testo e consultare tutto l'archivio delle sentenze è necessario essere iscritti ad una delle nostre newsletter.

Se non sei ancora iscritto, clicca qui


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

Ricevi tutte le novità di Diritto.it attraverso le nostre newsletter. Se sei interessato a un ambito specifico effettua l’iscrizione direttamente a questo indirizzo.

Non abbandonare Diritto.it
senza iscriverti alle newsletter!