Il giudice di appello non incorre nella violazione del divieto di “reformatio in peius” se conferma la pena applicata in primo grado (Cass. pen. n. 33752/2013) - Diritto.it


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it