Circ. CNF 24 maggio 2012, n. 17

Circ. CNF 24 maggio 2012, n. 17

Redazione

Parere pro-veritate, reso dal prof. Piero Alberto Capotosti, in tema di applicabilità al CNF dell’art. 3, comma 5, lett. f), del decreto legge 13 agosto 2011, n. 138

Versione PDF del documento

Illustri Presidenti e Cari Amici,

Vi trasmetto la nota inoltrata ieri al Ministro della Giustizia con la quale, accompagnando il parere espresso dal presidente emerito della Corte costituzionale prof. Piero Alberto Capotosti sull’inapplicabilità al CNF del metodo di delegificazione di cui all’art. 3(5), lett. f, legge 148/2011, sottolineo – come anticipato nel corso della riunione del 12 u.s. – la necessità che anche per i Consigli dell’Ordine si escluda detta delegificazione essendo la materia disciplinata dalle previsioni dell’AC 3900 in modo sostanzialmente coerente con la ratio del cit. art. 3(5), lett. f.

 

Come espresso nella riunione del 12 u.s. , la coesione e l’unità sono in questo momento un’esigenza imprescindibile ed occorre che Ordini e CNF formino un corpo unico perché solo con la compattezza si può sperare di ostacolare la realizzazione del disegno in atto; le prossime settimane saranno da questo punto di vista cruciali ed è necessario che ciascuno, nei limiti delle proprie possibilità e capacità, si attivi perché – in linea con le indicazioni del Congresso straordinario di Milano (mozione n. 8) – sia sostenuto il percorso parlamentare dell’AC 3900 seppur accettando quelle modifiche al suo impianto che sono necessarie per armonizzarlo, fin che è possibile, con i principi desumibili dalle norme emanate a partire dall’agosto del 2011 (dl. 138/2001 conv. in l. 148/2011, l. 183/2011, dl. 1/2012 conv. in l. 27/2012).

 

Con questo auspicio, colgo l’occasione per inviarVi i saluti più cordiali

 

IL PRESIDENTE
Avv. Prof. Ubaldo Perfetti

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it