Tribunale di Siena – sez. civ. – sentenza del 04-12-2018

Ginevra Gaspari

In presenza di un danno permanente alla salute, costituisce duplicazione risarcitoria la congiunta attribuzione d’una somma di denaro a titolo di risarcimento del danno biologico, e l’attribuzione d’una ulteriore somma a titolo di risarcimento dei pregiudizi di cui è già espressione il grado percentuale di invalidità permanente (quali i pregiudizi alle attività quotidiane, personali e relazionali, indefettibilmente dipendenti dalla perdita anatomica o funzionale: ovvero il danno dinamicorelazionale)

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA