Tribunale Archivi

Tribunale

TAR Lecce – III sez. – sentenza n. 1552 del 25-10-2018

Ginevra Gaspari

Il TAR ha sollevato la questione di legittimità costituzionale dell’art. 75 DPR n. 445/00. La predetta norma (art. 75 del D.P.R. n. 445/2000), intesa alla stregua dell’illustrato “diritto vivente”, nel suo meccanico automatismo legale (del tutto decontestualizzato dal caso specifico) e nella sua assoluta rigidità applicativa (che non conosce eccezioni), sembra al Collegio incostituzionale, per violazione dei principi di ragionevolezza, proporzionalità e uguaglianza sanciti dall’art. 3 della Costituzione.

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Tribunale di Milano – I sez. civ. – sentenza del 05-12-2019

Ginevra Gaspari

In tema di responsabilità contrattuale del medico nei confronti del paziente per danni derivanti dall’esercizio di attività di carattere sanitario, il paziente ha il solo onere di dedurre qualificate inadempienze, in tesi idonee a porsi come causa o concausa del danno, restando poi a carico del debitore convenuto l’onere di dimostrare o che nessun rimprovero di scarsa diligenza o di imperizia possa essergli mosso, o che, pur essendovi stato il suo inesatto adempimento, questo non abbia avuto alcuna incidenza causale sulla produzione del danno.

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Tribunale di Siena – sez. civ. – sentenza del 04-12-2018

Ginevra Gaspari

In presenza di un danno permanente alla salute, costituisce duplicazione risarcitoria la congiunta attribuzione d’una somma di denaro a titolo di risarcimento del danno biologico, e l’attribuzione d’una ulteriore somma a titolo di risarcimento dei pregiudizi di cui è già espressione il grado percentuale di invalidità permanente (quali i pregiudizi alle attività quotidiane, personali e relazionali, indefettibilmente dipendenti dalla perdita anatomica o funzionale: ovvero il danno dinamicorelazionale)

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Tribunale di Roma – IX sez. civ. – ordinanza del 26-06-2018

Ginevra Gaspari

L’obbligo di partecipazione in mediazione effettiva a carico di entrambe le parti si desume dal disposto ex art. 8 co. 4 bis. Nell’ipotesi di mancata partecipazione si deve intendere non solo l’assenza ma anche il rifiuto ingiustificato, trattandosi di condotte omissive equivalenti, in quanto idonee a frustrare la stessa possibilità di tentare la mediazione (in coerenza anche con l’art. 88 c.p.c. sul dovere di lealtà). Tale condotta omissiva o comunque non collaborativa, può contrastare con l’interesse ad ottenere un provvedimento immediatamente esecutivo qual è la richiesta di provvisoria esecuzione del decreto ingiuntivo.

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Tribunale di Pistoia – I sez. civ. – sentenza n. 794 del 10-10-2018

Ginevra Gaspari

Due obblighi sono quelli principali sussistenti a carico dell’intermediario e vengono cristallizzati all’art. 21 d.lgs. 5\1998 oltre che agli artt. da 26 a 31 del Regolamento Consob. Tali obblighi vanno, poi, valutati secondo il parametro rigoroso della diligenza dell’operatore qualificato, ex art. 1176 c.c., come, peraltro, dedotto da parte attrice, considerato che la banca è soggetto altamente qualificato, dal quale ci si aspetta un onere informativo superiore alla media di cui deve rendere edotto l’investitore che è, di regola, soggetto inesperto.

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Tribunale di Bari – I sez. pen.– sentenza n. 1972 del 17-07-2018

Ginevra Gaspari

Difetta di animus diffamandi la condotta dell’imputato che, in mancanza di esercizio del diritto all’oblio da parte del querelante, si limita a condividere una notizia vera e già resa pubblica e disponibile sul web da testate giornalistiche nazionali e siti dalla diffusività infinitamente maggiore al suo profilo facebook.

 

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 2 3 29


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

Ricevi tutte le novità di Diritto della settimana 
in una pratica email  direttamente nella tua casella di posta elettronica!

Non abbandonare Diritto.it
senza iscriverti alla newsletter!