Sezione giurisdizionale Archivi

Sezione giurisdizionale

Consiglio di Stato – IV sez. – sentenza n. 249 del 11-01-2019

Ginevra Gaspari

Va accolta una nozione ampia di ‘strumentalità’ del diritto di accesso, nel senso della finalizzazione della domanda ostensiva alla cura di un interesse diretto, concreto, attuale e non meramente emulativo o potenziale, connesso alla disponibilità dell’atto o del documento del quale si richiede l’accesso, non imponendosi che l’accesso al documento sia unicamente e necessariamente strumentale all’esercizio del diritto di difesa in giudizio, ma ammettendo che la richiamata ‘strumentalità’ va intesa in senso ampio in termini di utilità per la difesa di un interesse giuridicamente rilevante.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Consiglio di Stato – III sez. – sentenza n. 7022 del 12-12-2018

Ginevra Gaspari

L’elencazione di cui all’art. 80, comma 5, lett. c), d.lgs. n. 50 del 2016, ha carattere esemplificativo nei riguardi della stazione appaltante, nel senso che, pur agevolandone gli obblighi dimostrativi, qualora ritenga di addivenire all’esclusione dell’operatore economico colpevole dei gravi illeciti professionali ivi tipizzati, non ne limita tuttavia la discrezionalità nella valutazione di altre situazioni, ritenute tali da rendere dubbia l’integrità o l’affidabilità del concorrente (Consiglio di Stato sez. V, 3 settembre 2018, n. 5136).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Consiglio di Stato – III sez. – sentenza n. 6876 del 04-12-2018

Ginevra Gaspari

In punto di proponibilità del regolamento di giurisdizione, è noto che – ai sensi del disposto di cui all’art. 10 c.p.a. e del rinvio al codice di procedura civile – finché la causa non sia decisa nel merito in primo grado, ciascuna parte può chiedere alle Sezioni Unite della Corte di Cassazione che risolvano le questioni di giurisdizione

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Consiglio di Stato – III sez. – sentenza n. 6798 del 29-11-2018

Ginevra Gaspari

Dal punto di vista normativo, va considerato anzitutto l’art. 6 del T.U. 6 giugno 2001 n.380, che contiene l’elenco delle opere di cd edilizia libera, le quali non necessitano di alcun titolo abilitativo; a prescindere dalla natura esemplificativa o tassativa che si voglia riconoscere a tale elenco, va poi osservato che esso comprende voci di per sé abbastanza generiche, tali da poter ricomprendere anche opere non espressamente nominate

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Consiglio di Stato -VI sez- sentenza n. 6082 del 26-10-2018

Ginevra Gaspari

Al fine di evitare forme di automatica incompatibilità a carico del RUP, l’eventuale situazione di incompatibilità, con riferimento alla funzione di commissario di gara e Presidente della commissione giudicatrice, deve essere valutata in concreto dalla stazione appaltante verificando la capacità di incidere sul processo formativo della volontà tesa alla valutazione delle offerte, potendone condizionare l’esito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Consiglio di Stato – V sez. – ordinanza n. 6069 del 25-10-2018

Ginevra Gaspari

E’ rimessa all’Adunanza plenaria del Consiglio di Stato la questione se per le gare bandite nella vigenza del d.lgs. 18 aprile 2016, n. 50, la mancata indicazione separata degli oneri di sicurezza aziendale determini immediatamente e incondizionatamente l’esclusione del concorrente, senza possibilità di soccorso istruttorio, anche quando non è in discussione l’adempimento da parte del concorrente degli obblighi di sicurezza, né il computo dei relativi oneri nella formulazione dell’offerta, né vengono in rilievo profili di anomalia dell’offerta, ma si contesta soltanto che l’offerta non specifica la quota di prezzo corrispondente ai predetti oneri; nonché se, ai fini della eventuale operatività del soccorso istruttorio, assuma rilevanza la circostanza che la lex specialis richiami espressamente l’obbligo di dichiarare gli oneri di sicurezza

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Consiglio di Stato – VI sez – sentenza n. 6020 del 22-10-2018

Ginevra Gaspari

L’obbligazione pecuniaria del pagamento dell’oblazione conseguente al provvedimento di rilascio del titolo edilizio in sanatoria si configura come del tutto accessoria e conseguenziale rispetto all’atto autoritativo con il quale è stata valutata la conformità dell’intervento edilizio nel contesto delle condizioni normativamente contemplate per l’emissione dell’atto che ne dispone la sanatoria

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Consiglio di Stato – III sez. – sentenza n. 5491 del 21-09-2018

Ginevra Gaspari

Essendo stata accertata l’applicabilità dell’art. 186 co. 2 del C.d.S. per guida in stato di alterazione correlata all’abuso di alcool, deve farsi applicazione dell’art. 219, co. 3 ter, il quale fa riferimento all’accertamento del reato – e non alla data di commissione del fatto o a quella del suo accertamento; deve pertanto ritenersi che la data di riferimento sia quella del definitivo accertamento del reato, in tutti i suoi elementi costitutivi, incluso l’elemento soggettivo, che spetta alla competenza dell’Autorità amministrativa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Consiglio di Stato – III sez.- sentenza n. 5570 del 28-09-2018

Ginevra Gaspari

L’effetto conoscitivo opponibile erga omnes deve poggiare su di una specifica disciplina di legge – sicché la pubblicazione sul sito istituzionale on line dell’ente che adotta l’atto, in mancanza di una disposizione normativa che attribuisca valore ufficiale a tale forma di ostensione, non può fondare alcuna presunzione legale di conoscenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 2 3 29


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it