Decreto Presidenza Cons. Min. – Dip. pari opportunità 13/12/2007

Redazione

1. E’ istituito, presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per i diritti e le pari opportunita’, il Forum permanente contro le molestie gravi e la violenza alle donne, per orientamento sessuale e identita’ di genere, di seguito denominato Forum.

1. Il Forum e’ sede di dialogo e confronto fra istituzioni e societa’ civile in materia di prevenzione e contrasto alle molestie e alla violenza di genere e per orientamento sessuale, nonche’ di sostegno e inclusione delle vittime.
2. Il Forum svolge altresi’ funzioni consultive per le materie di cui al comma 1, nei confronti del Ministro per i diritti e le pari opportunita’, di seguito denominato Ministro, al quale formula pareri e proposte.

1. Il Forum e’ composto da:
a) Il Ministro che svolge funzioni di presidente;
b) trenta rappresentanti designati dalla rete dei centri antiviolenza;
c) trenta rappresentanti designati dalle associazioni femminili maggiormente rappresentative sul piano nazionale e dalle associazioni maschili maggiormente rappresentative operanti nelle materie di competenza del Forum; d) quattro rappresentanti delle organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative sul piano nazionale;
e) la Consigliera nazionale di parita’;
f) sei rappresentanti delle organizzazioni imprenditoriali maggiormente rappresentative sul piano nazionale;
g) nove rappresentanti designati dalla Commissione per i diritti e le pari opportunita’ per lesbiche, gay, bisessuali e trans gender tra cui il Presidente della medesima.
h) un rappresentante della Rete nazionale degli enti locali contro le discriminazioni per l’orientamento sessuale e l’identita’ di genere (READY);
i) tredici rappresentanti designati, in ragione di uno per Ministero, dai Ministri per la solidarieta’ sociale, del lavoro e della previdenza sociale, della salute, per l’attuazione del programma di governo, delle politiche per la famiglia, della pubblica istruzione, dell’universita’ e della ricerca scientifica, dell’interno, della giustizia, della difesa, degli affari regionali e autonomie locali, della comunicazione, dei rapporti con il Parlamento e riforme istituzionali;
j) cinque senatrici e cinque deputate designate dalla Camera di appartenenza in modo da garantire anche la rappresentanza dei gruppi di opposizione;
k) dieci rappresentanti dei Comuni designati dal’ANCI, dieci rappresentanti delle province designati dall’UPI e dieci rappresentanti delle regioni designati dalla Conferenza Stato regioni;
l) le presidenti regionali degli organismi paritari regionali;
m) dieci esperte/i nelle materie di competenza del Forum;
n) dieci esponenti impegnati nel mondo della cultura, dei saperi e dell’informazione.
2. I componenti sono nominati con decreto del Ministro.
3. La composizione dell’Organismo garantisce rappresentanza anche al genere maschile.
4. I componenti durano in carica tre anni e non percepiscono alcun compenso per l’attivita’ svolta.
5. Le designazioni di cui al comma 1,
lettere b), d), f), g), h), i), j), k), devono pervenire alla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per i diritti e le pari opportunita’, Largo Chigi, 19 – 00187 Roma, entro trenta giorni prima rispetto alla scadenza del termine di cui al comma 4, a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento.
6. Le associazioni che intendono effettuare designazioni di cui al comma 1, lettera c), sono tenute a inviare il nominativo del proprio candidato, nonche’ la documentazione idonea ad attestare la propria rappresentativita’ alla stregua dei criteri di cui al comma 7, alla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per i diritti e le pari opportunita’, Largo Chigi, 19 – 00187 Roma, entro trenta giorni prima rispetto alla scadenza del termine di cui al comma 4, a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento.
7. La valutazione di maggior rappresentativita’, ai sensi del comma 6, e’ svolta sulla base dei seguenti criteri:
a) competenza sviluppata nelle materie proprie del forum;
b) articolazione territoriale;
c) numero degli iscritti;
d) ruolo assunto nell’ambito di organismi, commissioni e comitati promossi dalle istituzioni per problemi riguardanti la condizione femminile e per problemi con essi connessi.

1. Il presidente convoca il Forum ogni volta ne ravvisi la necessita’, e comunque almeno due volte l’anno, fissando il relativo ordine del giorno.
2. Il Forum puo’ articolarsi in gruppi di lavoro su temi specifici e indire iniziative di confronto esterno.
3. In relazione a singoli argomenti da trattare, il presidente puo’ procedere ad audizioni ed invitare, a tal fine, esperti, rappresentanti di amministrazioni, enti, istituzioni ed associazioni interessate, e chiunque possa offrire un contributo alla conoscenza dei temi trattati.

1. Per le attivita’ di supporto organizzativo, il Forum si avvale di una segreteria tecnica composta da personale della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per i diritti e le pari opportunita’, nominati con successivo decreto del Ministro.
2. I componenti della segreteria tecnica, di cui al comma 1 non percepiscono alcun compenso per l’attivita’ svolta.

1. In sede di prima applicazione gli adempimenti di cui all’art. 3, commi 5 e 6 saranno effettuati entro quindici giorni dalla pubblicazione del presente provvedimento.

1. L’attuazione del presente decreto non comporta oneri aggiuntivi a carico del bilancio dello Stato.
Il presente decreto sara’ inviato al controllo secondo le vigenti disposizioni e sara’ pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA