GIURISTI IN RETE, discutiamo via Internet con Angelo Canale, Vice Procuratore Generale della Corte dei Conti del Lazio.

D) Dott. Canale, quando ha scoperto internet?

R) Ho scoperto "internet" un pò per caso e un pò per gioco, grazie a mio figlio che come molti suoi coetanei (ha 13 anni) aveva già chiari concetti come "navigare" e "rete"; devo però aggiungere che in realtà da molti anni utilizzavo il PC come indispensabile ausilio per il mio lavoro.

Il mio PC era già il mio archivio, la mia segretaria, il fax, la videoscrittura, la mia agenda... con "internet" i miei orizzonti e le mie stesse possibilità "operative" si sono grandemente ampliate.

D) Internet e le nuove tecnologie possono essere utilizzate a vantaggio del giurista?

R) Le nuove tecnologie - ed internet in particolare - sicuramente, tra le tante possibili utilità, possono dare un contributo decisivo per velocizzare la giustizia . Ed una giustizia celere è anche una giustizia più "giusta".

Penso, in particolare, alla giustizia civile per così dire "minore" che per prima potrebbe beneficiare di "internet"; penso alla concreta possibilità di svolgere processi, che certamente non sarebbero "virtuali", per via telematica, con incredibile risparmio di tempo e di risorse.

D) Ha trovato modo di utilizzare le nuove tecnologie anche nel suo lavoro alla Corte dei Conti?

R) La Corte dei conti da anni ha dotato i magistrati che ne hanno fatto richiesta di PC portatili e di stampanti.

Personalmente oramai da anni predispongo tutti i miei atti con il PC e proprio non potrei farne a meno.

Anzi spesso chiedo alla Guardia di Finanza di inoltrarmi i rapporti anche a mezzo floppy.

Ma a tutti i livelli l'informatica fa facendosi strada : la Procura Generale ha messo a disposizione dischetti contenenti note di coordinamento e atti significativi, l'Associazione Magistrati della Corte dei conti sta aprendo un sito (www.amcorteconti.it )che sarà anche strumento di aggiornamento e di collegamento dei colleghi.

Aggiungo che internet in particolare si sta per me rivelando strumento prezioso di lavoro; ed infatti nella esperienza di pubblico ministero presso la Corte non ho solo la necessità di conoscere le più disparate normative ( e molti siti giuridici mi sono di aiuto in questo), ma ho anche spesso necessità di approfondire la conoscenza di enti, come le università o le aziende sanitarie, di enti locali e amministrazioni statali : oramai in rete ci sono moltissime informazioni che mi consentono, ad esempio, di capire in tempi rapidi la struttura o il funzionigramma di un ente.

D) con quali strumenti giuridici le Pubbliche Amministrazioni possono stare dietro all'evoluzione tecnologia?

R) Per stare dietro alla evoluzione tecnologica serve in primo luogo un maggior grado di flessibilità : per fare un esempio la procedura per acquistare i PC portatili datici in dotazione è durata anni ed i PC commissionati erano già superati o prossimi ad essere superati quando ci sono stati consegnati.

Sono sicuro che se ciascun magistrato avesse avuto la possibilità di acquistare direttamente, a spese dell'Istituto, il proprio PC "in dotazione" si sarebbe speso meno e meglio.

(Novembre 98)