Amministrativa Archivi

Amministrativa

Consiglio di Stato – VI sez. – ordinanza n. 2215 del 2020

Ginevra Gaspari

Il termine per l’impugnazione dell’aggiudicazione decorre dalla pubblicazione generalizzata degli atti di gara, tra cui devono comprendersi anche i verbali di gara.

Nei verbali di gara devono essere comprese le operazioni e le valutazioni operate dalle commissioni di gara delle offerte presentate, in coerenza con la previsione contenuta nell’art. 29, d.lgs. n. 50 del 2016.

La pubblicazione degli atti di gara è idonea a far decorrere il termine di impugnazione.

Sono, inoltre, idonee a far decorrere il termine per l’impugnazione dell’atto di aggiudicazione le forme di comunicazione e di pubblicità individuate nel bando di gara ed accettate dai partecipanti alla gara, purché gli atti siano comunicati o pubblicati unitamente ai relativi allegati.

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

TAR Puglia – III sez. – sentenza n. 736 del 22-05-2020

Ginevra Gaspari

Secondo il TAR Puglia – Bari nelle gare al massimo ribasso, con un numero di offerte ammesse pari o superiore a quindici, ai fini della individuazione della soglia di anomalia ex art. 97, comma 2, del Codice degli Appalti, la prima soglia va decrementata di un valore assoluto e non percentuale.

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Consiglio di Giustizia – sentenza n. 289 del 18-05-2020

Ginevra Gaspari

Si torna a parlare di giurisdizione in tema di graduatorie del personale docente, precisamente di graduatorie di istituto, con il recente intervento del Consiglio di Giustizia Amministrativa per la regione siciliana (sent. 289 del 18.05.2020).

Già la Corte di Cassazione (SSUU n. 21198/2017) aveva marcato la distinzione tra le graduatorie ad esaurimento e le graduatorie di istituto del personale docente, nel senso di escludere, per le prime, l’inerenza delle relative controversie tanto allo svolgimento di attività autoritativa della P.A., quanto a procedure concorsuali per l’assunzione nelle pubbliche amministrazioni, concludendo quindi per la giurisdizione del Giudice Ordinario.

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Tar Campania Napoli – V sez. – sentenza n. 1627 del 21 aprile 2020

Ginevra Gaspari

Commento alla sentenza del tar campania napoli, sez v , n. 1627 del 21 aprile 2020, con la quale, alla luce delle disposizioni ex art 9 dpr 1275 del 1971 ed ex art. 113 del t.u.l.s.( r.d.1934 n 1265) , si e’ precisato che la inattivita’ protratta nell’apertura di una farmacia integra una implicita rinunzia alla assegnazione, sanzionabile e rilevabile con un atto dovuto di decadenza dal suddetto provvedimento ampliativo.

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

TAR Abruzzo sentenza n. 119 del 6-03-2020

Ginevra Gaspari

Al centro dei fatti di causa vi è la procedura aperta per l’affidamento di un appalto di lavori di con-solidamento stradale, da aggiudicarsi secondo il criterio dell’offerta economicamente più vantaggio-sa, indetta dal Comune di Casalanguida, in provincia di Chieti.
In esito alle operazioni di gara, la società classificatasi al secondo posto ha proposto ricorso per l’an-nullamento degli atti di gara.
La ricorrente ha articolato una pluralità di motivi, raggruppati in due categorie: l’una, contenente doglianze volte a contestare la legittimità della collocazione di altro operatore economico al primo posto della graduatoria finale, l’altra finalizzata ad esporre censure strumentali al rifacimento delle operazioni di gara.
Il TAR adito ha respinto il ricorso con una pronuncia che merita sicura segnalazione per le considera-zioni espresse sia in relazione ai criteri di nomina della Commissione giudicatrice, sia con riferimento ai requisiti (di competenza, esperienza professionale, titolo di studio) che debbono possedere i Commissari di gara (artt. 216, c. 12, 77 e 78 del Codice dei contratti pubblici di cui al D.Lgs. n. 50/2016, d’ora innanzi, semplicemente, “Codice”).

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Tar Catanzaro – I sez. – sentenza n. 841 del 09-05-2020

Ginevra Gaspari

É illegittima l’ordinanza del Presidente della Regione Calabria 29 aprile 2020, n. 37, nella parte in cui dispone che, a partire dalla data di adozione dell’ordinanza medesima, sul territorio della Regione Calabria, è “consentita la ripresa delle attività di Bar, Pasticcerie, Ristoranti, Pizzerie, Agriturismo con somministrazione esclusiva attraverso il servizio con tavoli all’aperto”, spettando al Presidente del Consiglio dei Ministri individuare le misure necessarie a contrastare la diffusione del virus COVID-19, mentre alle Regioni è dato intervenire solo nei limiti delineati dall’art. 3, comma 1, d.l. n. 19 del 2020, che però nel caso di specie è indiscusso che non risultino integrati (1).

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Consiglio di Stato – Ad. Pl. – sentenza n. 9 del 02-04-2020

Ginevra Gaspari

La questione dell’interpretazione del D.M. 4 maggio 2012 sui moduli transattivi per indennizzo derivante da sangue infetto è stata sollevata dalla Terza sezione del Consiglio di Stato attraverso l’ordinanza di rimessione n.8435 del 11 dicembre 2019.
L’Adunanza Plenaria n.9 del 2 aprile 2020 non è intervenuta sulla interpretazione, in quanto l’appello risulta improcedibile per sopravvenuta carenza di interesse.
Il Collegio non ravvisa il presupposto della “particolare importanza” ai sensi dell’art.99, comma 5, c.p.a. per enunciare il principio di diritto “nell’interesse della legge” richiamando il parere dell’Avvocatura generale dello Stato, nel quale emerge che i soli soggetti con i quali è possibile concludere transazioni sono quelli direttamente danneggiati da trasfusione di sangue infetto, e non anche «i congiunti dei danneggiati che agiscono iure proprio per fini risarcitori», salvo che per i danni ai primi trasmessi in via ereditaria ai secondi.

Diventa autore di Diritto.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA

1 2 3 176


Per la tua pubblicità sui nostri Media:
maggioliadv@maggioli.it  |  www.maggioliadv.it

Gruppo Maggioli
www.maggioli.it

Ricevi tutte le novità di Diritto della settimana 
in una pratica email  direttamente nella tua casella di posta elettronica!

Non abbandonare Diritto.it
senza iscriverti alla newsletter!