I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo sito. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. [Leggi i dettagli] [OK]
Diritto.it

ISSN 1127-8579

Pubblicato dal 27/12/2016

All'indirizzo http://www.diritto.it/docs/5091387-scontrini-e-ricevute-come-funziona-la-lotteria-nazionale?source=1&tipo=news

Autori:

Scontrini e ricevute: come funziona la lotteria nazionale?

Scontrini e ricevute: come funziona la lotteria nazionale?

Pubblicato in Focus il 27/12/2016

Scontrini e ricevute: come funziona la lotteria nazionale? Cerchi un commercialista? Confronta subito i preventivi dei nostri migliori esperti. È gratis!
 
A partire dal gennaio 2018, chiunque effettui acquisti di beni o servizi al di fuori dell’attività di impresa potrà partecipare a una lotteria nazionale e vincere ricchi premi. La cosiddetta "lotteria degli scontrini", già annunciata nei mesi scorsi, è stata infatti confermata dal testo della Legge di Stabilità 2017. La misura ha l’obiettivo di combattere l’evasione fiscale e incentivare la trasmissione telematica dei corrispettivi all’Agenzia delle Entrate.
Vediamo allora nel dettaglio in cosa consiste la lotteria degli scontrini.
 
Che cos’è la lotteria degli scontrini?

L’iniziativa prevede che dal 2018 i contribuenti che effettuano acquisti "fuori dell’esercizio di attività di impresa, arte o professione" presso esercenti che hanno optato per la trasmissione telematica dei corrispettivi potranno partecipare all’estrazione a sorte di premi.
La lotteria nazionale così determinata avrà cadenza mensile e darà la possibilità a tutti i cittadini di vincere un premio incentivando allo stesso tempo la regolare registrazione delle transazioni.
 
Come si può partecipare alla lotteria?

Nello specifico, per partecipare alla lotteria e all’estrazione dei premi è sufficiente che i contribuenti comunichino al momento dell’acquisto il proprio codice fiscale all’esercente. Il venditore deve poi
trasmettere all’Agenzia delle Entrate il codice fiscale dell’acquirente insieme ai dati della singola cessione o prestazione per via telematica, come previsto dal decreto legislativo n. 127/2015.
Non solo: la partecipazione all’estrazione dei premi è consentita anche nel caso di acquisti di beni o servizi, sempre effettuati al di fuori dell’attività d’impresa, documentati con fattura. L’unica condizione, ancora una volta, è che i dati della transazione e il codice fiscale siano trasmessi telematicamente all’Agenzia delle Entrate.
 
Sarà avvantaggiato chi paga con il bancomat

La Legge di Stabilità 2017, per incentivare l’utilizzo di strumenti di pagamento elettronici, ha inoltre stabilito che per gli acquisti effettuati con carta di credito o bancomat la probabilità di vincita dei premi aumenterà del 20 per cento.
Le specifiche modalità attraverso le quali la lotteria sarà implementata, insieme all’entità e al

Libro in evidenza

Guida operativa al recupero crediti

Guida operativa al recupero crediti


L’opera è uno strumento pratico e operativo che soddisfa le esigenze del professionista, chiamato quotidianamente, fuori e dentro le aule di giustizia, a orientarsi nel disarticolato insieme di disposizioni normative sul recupero del  credito. Il volume risulta aggiornato alle più recenti novità...

50.00 € 42.50 € Scopri di più

su www.maggiolieditore.it

al numero dei premi messi a disposizione, saranno fissate da un decreto ministeriale di prossima approvazione.
 
La trasmissione telematica dei corrispettivi

Ma che come funziona, esattamente, la trasmissione telematica dei corrispettivi?
Il D.Lgs. n. 127/2015 prevede che "a decorrere dal 1° gennaio 2017" i titolari di attività commerciali potranno optare per "la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica all'Agenzia delle Entrate dei dati dei corrispettivi giornalieri delle cessioni di beni e delle prestazioni di servizi". La memorizzazione e trasmissione dei dati così stabilite, specifica il decreto, "sostituiscono gli obblighi di registrazione dei corrispettivi nel registro".
I nuovi registratori saranno attivati da tecnici abilitati dall’Agenzia delle Entrate e saranno sottoposti a verifica ogni due anni. A tutti gli esercenti abilitati verrà inoltre consegnato un QRCODE che dovrà essere visibile ai clienti e che permetterà loro di verificare sul sito dell’Agenzia che il registratore sia in regola.

Libri correlati

Publimaggioli_txt
Per la pubblicità sui nostri Media:
publimaggioli@maggioli.it | www.publimaggioli.it
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it
Logo_maggioli