I cookie permettono il funzionamento di alcuni servizi di questo sito. Utilizzando questi servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. [Leggi i dettagli] [OK]
Diritto.it

ISSN 1127-8579

Pubblicato dal 24/03/2010

All'indirizzo http://www.diritto.it/docs/19108-decreto-legge-25-3-2010-n-40?tipo=content

Autori:

Decreto Legge 25/3/2010 n. 40

Decreto Legge 25/3/2010 n. 40

Capitale sociale delle societa' di riscossione dei tributi

Decreto Legge - G.U. 26/3/2010 n. 71


Pubblicato

il 24/03/2010



RIFORMA DEL LAVORO: LEGGE N. 92/2012

RIFORMA DEL LAVORO: LEGGE N. 92/2012


Il presente Volume analizza le principali novità introdotte dalla "legge Fornero" di riforma del mercato del lavoro, entrata in vigore a...

28.00 € Acquista

su www.libreriaprofessionisti.it

Documento senza titolo ARTICOLO AGGIUNTO DALLA LEGGE 22/5/2010, N. 73
---------------------------------------------------------------- Deflazione del contenzioso Capitale sociale delle societa' di riscossione dei tributi
1. Per l'iscrizione all'albo dei soggetti abilitati ad effettuare attivita' di accertamento dei tributi e quelle di riscossione dei tributi e di altre entrate delle province e dei comuni, di cui all'articolo 53, comma 1, del decreto legislativo 15 dicembre 1997, n. 446, sono richieste le seguenti misure minime di capitale interamente versato:
a) 1 milione di euro per l'effettuazione, anche disgiuntamente, delle attivita' nei comuni con popolazione fino a 10.000 abitanti, con un numero di comuni contemporaneamente gestiti che, in ogni caso, non superino complessivamente 100.000 abitanti;
b) 5 milioni di euro per l'effettuazione, anche disgiuntamente, delle attivita' di accertamento dei tributi e di quelle di riscossione dei tributi e di altre entrate nei comuni con popolazione fino a 200.000 abitanti;
c) 10 milioni di euro per l'effettuazione, anche disgiuntamente, delle attivita' di accertamento dei tributi e di quelle di riscossione dei tributi e di altre entrate nelle province e nei comuni con popolazione superiore a 200.000 abitanti.
2. I soggetti iscritti all'albo di cui al comma 1 devono adeguare alle predette misure minime il proprio capitale sociale entro il 30 giugno 2010; in ogni caso, fino all'adeguamento non possono ricevere nuovi affidamenti o partecipare a gare indette a tale fine.
2-bis. Le disposizioni di cui ai commi 1 e 2 non si applicano alle societa' a prevalente partecipazione pubblica. (2)
3. E' abrogato il comma 7-bis dell'articolo 32 del decreto-legge 29 novembre 2008, n. 185, convertito, con modificazioni, dalla legge 28 gennaio 2009, n. 2. (1)
------------------
(1) Articolo aggiunto dalla legge di conversione 22 maggio 2010, n. 73.
(2) Comma aggiunto dall'art. 38, DL 31/5/2010, n. 78, convertito, con modificazioni dalla legge 30/7/2010,
n. 122.

Sentenze

Archivio

Note a sentenza

Archivio
--- 

Corsi e convegni

Scopri il network ideale per la tua pubblicità
Per la pubblicità sui nostri Media:
publimaggioli@maggioli.it | www.publimaggioli.it
Gruppo Maggioli
www.maggioli.it